DESTRA 1° CONTENITORE (210)

DESTRA 2° CONT.
DESTRA 3°
DESTRA 4°
DESTRA 5°

Il progetto "L'Aquila Fenice"

      

 

 DESCRIZIONE PROGETTO: L'AQUILA FENICE - GIOVANI PROPOSTE CREATIVE

Contesto
Una rete di monitoraggio dell’Istituto Superiore di Sanità ha confrontato i dati sulla salute mentale e sui comportamenti a rischio degli abruzzesi prima e dopo il sisma e ha rilevato che “dopo 14-19 mesi dal terremoto, la frequenza di sintomi di sofferenza mentale è risultata maggiore di quella rilevata in precedenza”. Su 957 intervistati, nel 4,1% dei casi è stato riscontrato il disturbo da stress post traumatico, una prevalenza dieci volte maggiore rispetto alla rilevazione precedente. La depressione (5,8% della popolazione) è stata diagnosticata in una misura quattro volte superiore a quella riscontrata prima del terremoto. I sintomi da umore depresso sono passati dall’8% al 15%, dopo il terremoto. La prevalenza dei fumatori nella regione è cresciuta dal 31,5% al 34% dopo il sisma. E’ cresciuto di un punto percentuale (dal 10% all’11%) il fenomeno del binge drinking, il bere per ubriacarsi assimilando una grande quantità d’alcol in poco tempo. Quanto allo stile di vita, è aumentato il numero delle persone sedentarie, passato dal 19% del 2007-2008 al 39% dopo il terremoto e contemporaneamente sono diminuite le persone fisicamente attive: dal 42% al 32%. Le donne e i giovani sono le fasce di popolazione più colpite dagli effetti del sisma. Una ricerca condotta da un'equipe dell'Università di Pisa, ha rivelato, infatti che sono le donne e i giovani a risentire di più del disturbo post traumatico da stress. Dalle rilevazioni emerge che le donne, in particolare se giovani anche se non esposte direttamente al trauma, sono le fasce che hanno risentito maggiormente gli effetti emotivi post-terremoto. Analizzando contemporaneamente le variabili età, genere e livello di esposizione al sisma si è riscontrato che l'età sembra giocare un ruolo significativo. In particolare, le donne giovani si sono dimostrate più vulnerabili al disturbo post traumatico da stress anche quando esposte indirettamente o in modo marginale al sisma. I fattori di rischio per la maggiore vulnerabilità femminile sono tuttora da chiarire, ma sembrano essere suggeriti da un lato da fattori psicopatologici come la maggiore predisposizione all'ansia, dall'altro sembrano avere un ruolo anche fattori socio-economici come la minore autonomia economica, il reddito e la scolarità. I sintomi del disturbo post-traumatico da stress sono: insonnia, il rivivere continuamente l'evento traumatico attraverso flashback, ricordi o incubi, il sentirsi emotivamente svuotati o continuamente in allerta. Depressione, irritabilità o scatti di rabbia sono altri segnali emotivi comuni. A 10 mesi dal sisma, su 452 studenti all'ultimo anno delle superiori intervistati, circa la metà ha affermato di avere avuto un cambiamento di personalità dopo il terremoto.
Obiettivi del progetto
L'obiettivo generale del progetto è promuovere la creatività giovanile per favorire un maggior protagonismo sociale tra i più giovani e prevenire situazioni di disagio sociale e mentale legate a un contesto complesso.
Gli obiettivi specifici individuati sono:
Obiettivo 1: favorire nei giovani l’espressione della creatività, dell’immaginazione, del talento
Obiettivo 2: facilitare la diffusione della conoscenza e dell’utilizzo delle tecnologie digitali applicate nel campo delle discipline multimediali
Obiettivo 3: promuovere diverse forme di espressione artistica, di linguaggi eterogenei, valorizzati anche mediante l’utilizzo delle tecnologie
Obiettivo 4: promuovere le capacità propositive e di innovazione dei giovani nel campo della cultura, della musica, del cinema, del teatro, dell’arte
Descrizione del progetto
Le principali fasi che il progetto intende mettere in campo per il raggiungimento degli obiettivi che si propone i realizzare sono:
FASE 1 Laboratorio danzamovimentoterapia
FASE 2 Corso di tecnico del suono e tecnico luci, organizzazione eventi
FASE 3 Laboratorio multimediali
FASE 4 Festa della creatività
Metodologia di intervento
L'approccio educativo che verrà adottato per la realizzazione di questo progetto prevede il coinvolgimento attivo di ogni partecipante. Nel corso dei laboratori gli operatori che gestiranno le attività dovranno far emergere le competenze e le capacità di ognuno da mettere a disposizione dell'intero gruppo in apprendimento. Le interazioni che si andranno a determinare e lo scambio tra i partecipanti saranno due elementi essenziali per la realizzazione delle attività. In ogni fase del progetto le attività sono state ideate per far emergere il protagonismo giovanile e una partecipazione attiva di tutti i membri del gruppo.
Destinatari del progetto
I destinatari sono ragazzi di età compresa tra i 15 e i 25 anni, il progetto si rivolge anche a chi ha vissuto la malattia mentale. I tre laboratori coinvolgeranno tra i 40 e i 60 ragazzi. All'interno dei laboratori si prevede di inserire una quota di giovani che hanno avuto un disagio mentale e sono, per questo motivo, entrate in contatto con l'associazione. La festa della creatività si rivolgerà a un più ampio pubblico di giovani aquilani e non che potranno intervenire e interagire con le diverse iniziative proposte.
Ricaduta degli effetti del progetto sul territorio
Il progetto avrà notevoli ricadute sul territorio poiché a partire da un piccolo nucleo di ragazzi destinatari dei laboratori, si realizzerà un'iniziativa che potrà rivolgersi all'intera popolazione giovanile aquilana.
Gli effetti del progetto sul territorio saranno relativi all'opportunità di questo progetto di creare un'occasione importante di animazione della città. Gli effetti positivi che anche in futuro questo progetto continuerà a produrre sono relativi alla possibilità di creare delle successive edizioni di questo della festa fino a farla diventare un appuntamento fisso dell'estate aquilana.
 
DESCRIZIONE LABORATORI IN CORSO:
 
LABORATORIO FOTOGRAFIA E VIDEO DIGITALE
Fotografia e video sono due mondi tanto distanti? Lo sviluppo tecnologico degli ultimi anni nel campo delle reflex digitali ha permesso una sovrapposizione sempre più evidente tra la figura professionale del fotografo e il mondo delle immagini in movimento. Nella stessa direzione si muove il mercato del lavoro, richiedendo competenze tecniche specialistiche unite ad una preparazione di tipo multitasking. Il laboratorio, gratuito e della durata di 40 ore totali, è indirizzato a ragazze e ragazzi tra i 15 e i 25 anni che si confrontano per la prima volta con queste discipline. E’ finalizzato a fornire le nozioni base necessarie per sperimentare con consapevolezza, offrendo gli strumenti per proseguire in modo autonomo l’approfondimento dei diversi argomenti. Attraverso un approccio basato su esempi pratici e l’esperienza diretta, verranno di volta in volta sottolineati punti di comunione e divergenza tra i due ambiti. E’ richiesta la disponibilità da parte dei partecipanti a produrre materiale fotografico e video anche al di fuori delle ore del laboratorio. L’associazione metterà a disposizione una reflex digitale Canon 5dmark II e alcune attrezzature professionali che potranno essere noleggiate gratuitamente a rotazione da parte dei partecipanti. Il corso si propone di produrre un lavoro collettivo finale in cui testare le competenze acquisite, da presentare al Festival della Creatività previsto per il prossimo giugno. (Numero di posti disponibili: 20)
 
Claudia Pajewski (L’Aquila 1979) è una fotografa professionista indipendente. Collabora con testate editoriali, compagnie di teatro, etichette musicali e agenzie di comunicazione. Ha all’attivo pubblicazioni per molteplici magazine tra cui Repubblica XL, Drome, Rumore, D di Repubblica, Il Mucchio, Carta, Elle (Fr), New Musical Express (Uk), Drum (Us). Ha ricevuto diversi riconoscimenti tra cui il premio Polidoro dall’Ordine dei Giornalisti d’Abruzzo e il primo premio Hystrio per la fotografia di scena. Nel 2013 un suo lavoro è stato presentato alla Biennale dei Giovani Artisti del Mediterraneo.
 
LABORATORIO DANZATERAPIA
La danza è un mezzo per comunicare, proporre un nuovo linguaggio più accessibile e diretto al mondo dell’emotivo.
Il talento è la via di accesso ai destini che emozionano, non è vero che l’artista è tale perché soffre, ma è vero che l’artista è tale perché sente e percepisce il mondo diversamente, comunica in un modo unico. 
L’artista è colui che mette in risalto la comunicazione più diretta più arcaica, più profonda. Sviluppare queste capacità e scoprire quanto queste siano risorsa di ogni individuo significa scoprire un nuovo modo di guardare il mondo. Attraverso il corpo, il movimento e la creazione spontanea che rappresenta ciò che abbiamo dentro, riusciremo a costruire e ricostruire il linguaggio che ci renderà singoli individui unici in comunicazione. 
Il laboratorio di danzaterapia mira a far emergere le risorse e le capacità dei singoli partecipanti, queste qualità porteranno ad un prodotto artistico autentico che verrà proposto alla Festa della Creatività che si terrà a Giugno 2014. 
Nella Festa della Creatività i ragazzi che hanno partecipato al laboratorio calcheranno lo stesso palcoscenico calpestato da danzatori professionisti, compagnie di danza contemporanea, teatro e teatro danza in una giornata unica ed all’insegna dell’atto creativo come ricostruzione interiore e sociale di una città e dei cittadini feriti ormai da troppo tempo.
Il laboratorio è rivolto a giovani di età compresa tra i 15 ed i 25 anni, durerà 40 ore e sarà interamente gratuito, i posti solo limitati e per tale motivo è necessaria una prenotazione (totale posti 20).
 
Arianna Sirolli (L’Aquila 1984): psicologa, danzaterapeuta. Prima di laurearsi ha lavorato come danzatrice professionista contemporanea in diverse compagnie tra cui: E-Motion Gruppo Phoenix (coreografa e direzione artistica Francesca Lacava), Patrizia Cerroni & i Danzatori Scalzi (coreografa e direzione artistica Patrizia Cerroni), Danzare La Vita (coreografa e direzione artistica Elsa Piperno). 
Successivamente si è laureata presso l’Università degli Studi di Roma La Sapienza con lode ed è regolarmente iscritta all’Ordine degli Psicologi dell’Abruzzo. 
Ha conseguito un Master in Artiterapie specializzandosi in danzaterapia presso la SIPEA di Roma.
Collabora attivamente in progetti di ricerca sui Disturbi Alimentari e Teoria della Mente con il Dipartimento di Psicologia dinamica e clinica dell’Università La Sapienza di Roma Facoltà di Medicina e Psicologia. 
Collabora con diversi Servizi territoriali in qualità di Psicologo Danzaterapeuta tra cui: ASL di Roma C, ASL 1 Avezzano-Sulmona-L’Aquila, Associazione Italiana Persone Down di L’Aquila, Associazione Psy+ Onlus, Associazione 180Amici Roma,  Associazione 180Amici L’Aquila onlus.
È psicologo libero professionista con Studio di Psicologia a Roma ed a L’Aquila.
 
LABORATORIO TECNICO LUCI, SUONO ED ORGANIZZAZIONE DI EVENTI
 
Il laboratorio propone di facilitare la diffusione della conoscenza e dell’utilizzo delle tecnologie digitali applicate nell’ambito dei percorsi artistici e creativi. I laboratori consentiranno ad i giovani fruitori del progetto di sperimentare i vari campi della creatività e di adoperarsi per consentire una manifestazione palese delle proprie capacità creative scoperte.
Gli obiettivi specifici di questa fase del progetto sono:
· conoscere le tecnologie digitali impiegate nei percorsi artistici e nelle messe in scena di spettacoli;
· imparare l’utilizzo base dei singoli dispositivi digitali;
· acquisire le competenze di base nell’organizzazione di un evento artistico e creativo;
· affiancare i professionisti del settore di riferimento (tecnico del suono, disegno luci, organizzazione dell’evento) durante la Festa della Creatività che si terrà a L’Aquila.
Il laboratorio avrà una durata un totale di 40 ore con incontri settimanali della durata di due ore, una volta a settimana.
 
Benny Rea (Charleroi –Belgio, 1972): 
specializzato in teconologia del suono presso l’istituto E.M.I.T.  di Milano. 
Collabora con Teatro Service e AGORA’ con cui ha lavorato in numerosi tour, eventi musicali, spettacoli teatrali e trasmissioni televisive.
Ha lavorato e lavora attualmente con diversi artisti sia per quanto riguarda i loro concerti sia per quanto riguarda trasmissioni televisive e musical:
Renato Zero, Umberto Tozzi, Laura Pausini, Marco Masini, Massimo De Cataldo, Articolo 31, Gianni Morandi Franco Battiato, Pavarotti & friends, Ron, 883, Alex Britti, Massimo Ranieri, Ennio Morricone, Claudio Baglioni, Giorgia, Fiorella Mannoia, Nicola Piovani, Mario Biondi, Marco Mengoni.